Pillole diritto in materia di locazioni.

Pagamento delle morosità intimate successivamente alla domanda.

In tema di intimazione di sfratto per morosità, il pagamento delle morosità intimate, dopo l’introduzione del contraddittorio, qualora avvenga, non costituisce sanatoria oltre che della morosità intimata anche della vicenda giuridica relativa alla pretesa di inadempimento, operando in questo caso il principio generale previsto dall’art. 1453, comma 3, c.c., il quale esclude che il debitore possa adempiere la propria obbligazione successivamente all’introduzione della domanda di risoluzione contrattuale.

Tribunale Roma sez. VI, 08/11/2016, n.20798

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *